Cucine3
“A Palazzo c’è molto di più”. Le Cucine Reali e l’Appartamento della Regina , a partire dal 6 gennaio e sino al 26 febbraio 2017

CUCINE REALI E APPARTAMENTO DELLA REGINA

dal 6 gennaio al 4 marzo 2017

venerdì-sabato-domenica

ore 10-11-12-15-16-17

visite guidate gratuite a cura dei volontari APR

senza prenotazione

costo ingresso (per ciascun appartamento) : € 4 Gratuito con Tessera Abbonamento Musei

A grande richiesta prosegue l’ appuntamento con i volontari APR

per la gioia di coloro che amano il Palazzo Reale di Torino e che vogliono scoprire ogni suo angolo prezioso

LE CUCINE REALI

con i suoi circa duemila pezzi in rame, dalle grandi pesciere alle padelle poste sui fornelli, che che  sono state riempite con I mock-up (ricostruzioni in materiale che imita la realtà) di trote, carpe, pollame, utilizzando per essi modelli corrispondenti alle specie dell’epoca e presentate seguendo i ricettari del tempo.

Dall’interpolazione delle citazioni archivistiche dei luoghi, collegate anche alle trasformazioni che il palazzo ha subito nelle varie epoche, si deduce che nel 1834 il piano sotterraneo a levante ospitava ben quattro cucine:la cucina privata del Re,la cucina Reale,quella del Principe di Carignano,quella del conte di Robilant,la cantina della contessa di Carignano.

Le Cucine attualiaperte per la prima volta nell’ottobre 2008 - sono presentate, però, nella loro ultima fase storica, cioè quella risalente agli anni Venti e Trenta del Novecento, fase della quale rimanevano le testimonianze più significative a livello di arredo fisso, e contestuali al recupero delle stanze del II piano, divenute dal 1925 abitazione dell’erede al trono, Umberto Principe di Piemonte, e dal 1930 ancora per due anni, della moglie Maria Josè.

L’APPARTAMENTO DELLA REGINA

I preziosi ambienti realizzati tra la fine XVII e la prima metà del XVIII secolo, saloni decorati dai più grandi artisti che lavorarono per Casa Savoia tra cui Pietro Piffetti, Francesco de Mura, Claudio Francesco Beaumont e Daniel Seyter. Realizzati per Vittorio Amedeo II e Carlo Emanuele III, a partire dal XIX secolo vennero utilizzati dalle regine Maria Teresa d’Asburgo, moglie di Carlo Alberto, e Margherita di Savoia, moglie di Umberto I. Il pubblico sarà condotto alla riscoperta di quest’ultima fase storica dell’Appartamento, così come si poteva presentare durante i soggiorni torinesi della Prima Regina d’Italia.

 

Visita a gruppi precostituiti in biglietteria Senza prenotazione

INFO: tel. 0114361455 / www.ilpalazzorealeditorino.it / www.amicipalazzoreale.it

image

image