LE SALE DI PARATA DEL I PIANO NOBILE

VISITE GUIDATE GRATUITE

a cura dei Volontari dell’Associazione “Amici di Palazzo Reale”

PER DISPOSIZIONE DELLA DIREZIONE DI PALAZZO REALE

LE VISITE GUIDATE GRATUITE A CURA DEGLI APR

SONO SOSPESE  A PARTIRE DA SABATO 14/1/2012


In occasione del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia un nuovo e importante
tassello del riallestimento storico di Palazzo Reale trova compimento.

Grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, gli otto arazzi della serie
raffigurante Le storie di Enea e Didone
sono stati restaurati e ricollocati
nella Sala degli Staffieri dell’Appartamento di Rappresentanza di Palazzo
Reale.

Gli arazzi erano stati visti dal pubblico l’ultima volta per le celebrazioni di Italia 61. In seguito vennero
collocati nei depositi, sostituiti con altre opere di grande livello artistico
ma storicamente non pertinenti con la sala.
“Per i 150 anni dell’Unità d’Italia questi otto grandi arazzi tornano ad essere esposti nella sala per la
quale erano stati previsti originariamente negli anni del Regno d’Italia,
esattamente cinquant’anni dopo essere stati esposti l’ultima volta al pubblico
per le celebrazioni di Italia 61.

La Sala degli Staffieri, al primo piano nobile di Palazzo, seconda anticamera d’accesso all’Appartamento
Reale, era anticamente denominata Sala della Virtù per il soggetto
rappresentato da Amanzio Prelasca al centro del soffitto ligneo seicentesco: la
Virtù incoronata da Pallade e tenente ai piedi incatenata una Chimera. Le
pareti erano, e lo sono nuovamente oggi grazie al restauro, interamente coperte
da otto importanti arazzi che illustrano le gesta di Enea e Didone.

“Tessuti fra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo dalla Reale Manifattura di Torino, vennero realizzati
seguendo i settecenteschi bozzetti dipinti da Francesco De Mura.