Appartamento dei Principi Forestieri, già Appartamento dei Quadri Moderni,

già  Archivi privati dei Sovrani Sabaudi

 

Grazie a Compagnia di San Paolo- Musei Reali Torino-Amici Palazzo Reale

 a partire dal 17  maggio 2019

il venerdì – sabato – domenica (ore 10-11-12-15-16-17)

 i volontari APR guideranno i visitatori alla scoperta di questo appartamento recentemente restaurato e riallestito, chiuso alle visite dal 2004

 Tra la Biblioteca e l’Appartamento della Regina vi è un’ala costruita, sulla preesistente terrazza porticata, all’epoca di Carlo Emanuele III, 1733-1734, per ospitarvi gli Archivi privati dei Sovrani Sabaudi. In seguito l’appartamento venne destinato a foresteria, da qui l’attribuzione dei “Principi Forestieri”. 

Il Rovere ricorda che nel 1855 vi soggiornò Don Pedro V, Re del Portogallo. Più tardi fu abitato saltuariamente dal Re Umberto I, dai Duchi d’Aosta Emanuele Filiberto, nipote di Vittorio Emanuele II, ed Elena d’Orléans (1896), nonché da Vittorio Emanuele III ed Elena del Montenegro; infine fu alloggio di servizio dei Ministri della Real Casa (fra cui Falcone Lucifero).

Restaurato ed aperto per la prima volta al pubblico in occasione della “Mostra del barocco del 1963”, fu da allora adibito a sede di mostre temporanee (aprile 1969 “Mostra di opere d’arte restaurate e poco note del Palazzo Reale di Torino”, maggio 1969 “Immagini di Torino nei secoli”). Fu poi arredato con mobili, arazzi, sculture, porcellane, orologi, quadri di principi e principesse sabaudi dei sec. XVIII e XIX